Come fare una lezione a distanza: consigli e software per scrivere un corso di e-learning

Se ti stai chiedendo come fare una lezione a distanza pensa che innanzi tutto dovrai pensare di redigere un corso di e-learning. Ma come farlo, specialmente se non l’hai mai fatto prima? Abbiamo la risposta per te!

Di seguito troverai una guida passo per passo contenente i nostri consigli e suggerimenti per la creazione di un corso di e-learning, oltre ad alcune recensioni sui migliori software per la gestione di corsi di formazione (Learning Management Systems – LMS) disponibili sul mercato.

Come fare una lezione a distanza

L’e-learning è molto di più di una semplice parola in voga. Nel mondo interconnesso in cui viviamo, offrire corsi e lezioni digitali rappresenta un canale importantissimo di diffusione dei messaggi a un pubblico sempre più vasto, indipendentemente da dove esso si trovi.

Che tu sia un educatore alla ricerca di un software per una lezione a distanza, un’azienda che desidera impartire corsi di formazione ai propri dipendenti o un singolo individuo intenzionato a creare un corso online, i software di e-learning si adattano ad ogni tipo di esigenza.

Come redigere un corso di e-learning

Ecco i nostri consigli per iniziare:

1. Innanzitutto chiediti: “Cosa voglio ottenere? In che modo l’e-learning può essermi d’aiuto?”

Prima di iniziare a scrivere un corso di e-learning, è fondamentale avere ben presente il motivo per cui desideri impartire la tua lezione a distanza tramite una piattaforma digitale. La risposta potrebbe essere semplice: il tuo pubblico è troppo vasto per poter essere raggiunto di persona, oppure è disperso in diversi angoli del mondo.

Tuttavia, al di là della logistica, dovrai prendere in considerazione i contenuti del corso stesso. Scrivi un elenco delle nozioni che desideri vengano apprese dal tuo pubblico entro la fine del corso. Tale elenco ti risulterà utile durante la stesura dei contenuti e farà da filo conduttore al tuo corso di e-learning.

2. Individua un profilo di pubblico per il tuo corso di e-learning

In che misura conosci il pubblico del tuo corso? Ricorda che affermazioni quali “Sono dipendenti dell’azienda X” o “Sono studenti della classe X” non sono sufficienti. Dovrai pertanto considerare e valutare il profilo del tuo pubblico in maniera più approfondita.

Tieni presenti fattori quali la fascia d’età, il background culturale, l’esperienza e altre informazioni demografiche per conoscere in maniera più approfondita il tuo pubblico. Chiediti quali formati sono soliti prediligere, con quali tecnologie hanno già familiarità e quale tipologia di apprendimento risulterebbe loro più efficace.

Una volta ottenute queste informazioni, sarai in grado di progettare un corso adatto al tuo pubblico. Tieni queste informazioni sempre presenti.

3. Definisci gli obiettivi delle tue lezioni

Abbiamo già analizzato la modalità di definizione dei contenuti delle tue lezioni, ma è altrettanto necessario stabilire obiettivi misurabili per ciascuna sezione del tuo corso. In questo modo potrai non solo progettare un corso di e-learning perfetto, ma anche fare un bilancio complessivo una volta terminato il corso.

Durante la definizione degli obiettivi, è fondamentale stabilirne di efficaci. Desideri che i tuoi studenti ottengano un determinato voto medio durante il test finale? Vuoi che il tuo staff sia in grado di dimostrare determinate competenze specifiche? Oppure desideri che i tuoi studenti completino il corso entro una data o un’ora specifiche? Valuta attentamente tutti questi fattori per garantire il successo del tuo corso.

4. Crea una storyboard

Dopo aver definito i tuoi obiettivi, individuato la tipologia del tuo pubblico e stabilito gli argomenti principali da trattare, è fondamentale creare una storyboard per il tuo corso di e-learning.

La storyboard non è altro che uno schema del corso in cui vengono descritti gli argomenti principali da trattare nell’ordine prestabilito, i contenuti ed infine i parametri da definire di volta in volta durante il corso.

Esistono numerosi software per la creazione di corsi di e-learning che consentono di generare facilmente una storyboard nella stessa piattaforma utilizzata per la creazione del tuo corso.

5. Scegli la tua tecnologia e inizia a redigere il tuo corso!

La fase finale consiste nella scelta della tecnologia appropriata. Esistono numerose opzioni di software per la gestione dei corsi di formazione, ciascuna delle quali offre funzionalità e caratteristiche diverse in base alle esigenze dell’utente.

Quest’ultima fase potrebbe risultare alquanto complessa, specialmente se non si è mai utilizzato un software per la gestione dei corsi di formazione. Per risolvere questo problema, abbiamo redatto un elenco delle opzioni LMS più popolari disponibili sul mercato.

Quali sono i migliori software per la creazione di un corso di e-learning?

La scelta del software LMS per la creazione del tuo corso di e-learning dipenderà in buona parte dai tuoi obiettivi. Alcune piattaforme sono progettate per la formazione aziendale dei dipendenti, mentre altre sono rivolte a insegnanti, tutor e professori. Altre ancora sono più propense alla personalizzazione, rendendole le piattaforme perfette per i corsi non predefiniti e non convenzionali.

Di seguito abbiamo descritto alcune delle piattaforme più utilizzate per la creazione di corsi di e-learning. Ne abbiamo riportato il punteggio complessivo e di facilità d’uso, quello relativo all’assistenza clienti, il costo, alcune delle caratteristiche principali e quelle che differenziano il prodotto dalla concorrenza.

Le informazioni sulla metodologia completa adottata per la compilazione del presente elenco sono contenute nella parte finale del presente articolo.

Tool LMS gratuiti

1. TalentLMS

Punteggio complessivo: 4.6

Facilità d’uso: 4.6

Assistenza clienti: 4.6

Versione gratuita disponibile per un massimo di 5 utenti e 10 corsi.

Costo di aggiornamento: $ 59 (circa 52 €) al mese per un massimo di 40 utenti e un numero illimitato di corsi.

Schermata principale di TalentLMS per l’interfaccia rivolta agli educatori

Schermata principale di TalentLMS per l’interfaccia rivolta agli educatori (Fonte)

Informazioni su TalentLMS:

TalentLMS è utilizzato da oltre 70.000 organizzazioni per la creazione di corsi di e-learning. La piattaforma è impiegata in numerosi settori, dall’aviazione alla sanità e all’educazione.

Gli utenti di Capterra valutano positivamente la versatilità della piattaforma, grazie alla quale è possibile creare un corso con alcuni semplici clic, ed evidenziano la facilità di integrazione della tecnologia con la maggior parte dei file e dei supporti multimediali (tra cui le presentazioni iFrame e SCORM).

Alcune delle caratteristiche principali di TalentLMS includono:

  • Formazione online in diretta per gli utenti
  • Servizio di assistenza clienti 24 ore su 24
  • Moduli di autoapprendimento
  • Creazione di test e quiz
  • Strumenti di gamification e di social learning
  • Gestione delle certificazioni

Per saperne di più

2. CANVAS

Punteggio complessivo: 4.5

Facilità d’uso: 4.3

Assistenza clienti: 4.3

Versione gratuita: l’account è gratuito.

Costo di aggiornamento: n/d

Dashboard dell’account gratuito di CANVASDashboard dell’account gratuito di CANVAS (Fonte)

Informazioni su CANVAS:

Se i tuoi studenti appartengono a diverse fasce d’età (compresi gli studenti universitari), molto probabilmente avrai già sentito parlare di CANVAS. Questo software per la gestione dei corsi di formazione è ampiamente utilizzato su scala mondiale da scuole e insegnanti per offrire agli studenti corsi di e-learning.

CANVAS è di proprietà dell’azienda madre Instructure e, sebbene offra alcune funzionalità di formazione per i dipendenti, il suo obiettivo principale è la relazione insegnante-studenti. La piattaforma dispone di un portale denominato Canvas Parent, che consente ai genitori di assistere i propri figli durante l’apprendimento, nonché di alcune opzioni di gestione dei curricula per gli utenti con un grado di istruzione superiore.

Le altre caratteristiche offerte da CANVAS comprendono:

  • Monitoraggio delle presenze
  • Relazioni sui progressi
  • Pianificazione delle lezioni
  • Pagelle
  • Curva dei risultati
  • Video-conferenze
  • Sistema integrato per la creazione dei corsi

Per saperne di più

3. Moodle

Punteggio complessivo: 4.2

Facilità d’uso: 4

Assistenza clienti: 3.9

Versione gratuita: Moodle downloads e MoodleCloud (per un massimo di 50 utenti)

Costo di aggiornamento: $ 80 (70 €) all’anno per il piano Starter.

Pagina introduttiva di un corso di Moodle

Pagina introduttiva di un corso di Moodle (Fonte)

Informazioni su Moodle:

Il software LMS e open source Moodle è noto per essere una delle opzioni più personalizzabili presenti sul mercato per la creazione di corsi di e-learning. La piattaforma consente di progettare il proprio spazio personale e di utilizzare diversi template, funzionalità e impostazioni per adattare ciascun corso alle esigenze di ogni tipo di pubblico.

Moodle si integra ottimamente con una serie di altre popolari piattaforme software come Google Apps, NextCloud e Microsoft Office 365. Dispone inoltre di un software di analisi integrato in grado di fornire informazioni più dettagliate sul comportamento degli utenti all’interno del corso.

Le altre caratteristiche offerte da Moodle comprendono:

  • Apprendimento misto
  • Apprendimento a distanza (mobile learning)
  • Video-conferenze
  • Apprendimento asincrono
  • Conformità SCORM
  • Gamification

Per saperne di più

Tool gratuiti per la creazione di corsi di e-learning

4. iSpring Suite

Punteggio complessivo: 4.7

Facilità d’uso: 4.7

Assistenza clienti: 4.9

Versione gratuita: 14 giorni di prova gratuita

Costo di aggiornamento: iSpring Suite è disponibile al prezzo di $19 (circa 17 €) per 3 mesi per fornire supporto agli educatori durante l’emergenza COVID-19. La quota annuale corrisponde normalmente a $ 970 (850 € circa) per utente.

Classe di e-learning interattiva di iSpring Suite

Classe di e-learning interattiva di iSpring Suite (Fonte)

Informazioni su iSpring Suite:

iSpring Suite è un toolkit di e-learning compatibile con numerose piattaforme LMS (comprese quelle descritte in precedenza). L’interfaccia di iSpring consente agli educatori e agli istruttori di creare funzionalità per l’apprendimento dei propri studenti che vanno dai moduli di dialogo simulato ai video formativi e ai quiz interattivi.

Gli utenti di Capterra affermano che l’utilizzo di iSpring non richiede particolari competenze tecniche. La piattaforma ospita inoltre webinar online e offre formazione in linea dal vivo per coloro che lo desiderano. Il servizio di assistenza ai clienti è disponibile 24 ore su 24 e, secondo quanto riportato dagli utenti, l’83% dei casi segnalati viene risolto entro 24 ore dal team di supporto.

Alcune delle caratteristiche di iSpring includono:

  • Contenuto interattivo
  • Creazione di test e quiz
  • Gestione dei modelli
  • Conversione PowerPoint
  • Moduli di autoapprendimento
  • Gestione dei video

Per saperne di più

5. Google Classroom

Punteggio complessivo: 4.6

Facilità d’uso: 4.5

Assistenza clienti: 4.4

Versione gratuita: Google Classroom è gratuito per gli educatori.

Costo di aggiornamento: Google offre l’edizione Enterprise a un prezzo promozionale annuo di $ 24 (circa 21 €) anziché di $ 48 (circa 42 €) per utente. Per poter usufruire dell’offerta è necessario effettuare l’acquisto entro il 31 luglio 2020.

Come fare una lezione a distanza: interfaccia di Google Classroom 101

Interfaccia di Google Classroom 101 (Fonte)

Informazioni su Google Classroom:

Se la tua organizzazione utilizza già Google Suite per la gestione delle e-mail o dei documenti, Google Classroom è la soluzione che fa per te. L’obiettivo di Google Classroom consiste nel favorire la collaborazione tra insegnanti e studenti, indipendentemente dalla loro posizione geografica o dal dispositivo mobile utilizzato.

Grazie all’e-learning, Google Classroom consente di snellire alcune delle attività amministrative che potrebbero altrimenti risultare dispendiose in termini di tempo. La piattaforma permette agli educatori di fornire feedback agli studenti all’interno della piattaforma stessa, promuovendo al contempo una comunicazione più efficace e migliorando la collaborazione.

Alcune delle caratteristiche principali di Google Classroom includono:

  • Pubblicazione di corsi
  • Creazione di test e quiz
  • Aggiunta di feedback e commenti all’interno dei documenti
  • Collaborazione ai documenti in tempo reale
  • Quiz in modalità di blocco
  • Gestione degli utenti

Nota: Google Classroom ha subito un review bombing da parte degli studenti sull’App Store di Apple nella speranza che un punteggio basso ne comportasse la rimozione.

Per saperne di più

Vuoi saperne di più? Consulta il nostro catalogo di software per la gestione di corsi di formazione per scoprire altri prodotti.

Metodologia:

  • Abbiamo esaminato le directory di Capterra relative ai software per la gestione dei corsi di formazione (LMS) e ai tool per la creazione di e-learning ottenendo, rispettivamente, 701 e 157 risultati (la ricerca è stata condotta il 16 marzo 2020).
  • Abbiamo quindi ristretto l’elenco ai prodotti con un punteggio complessivo di 4 stelle su 5, ottenendo così un risultato di 374 software per la gestione dei corsi di formazione e di 93 software per la creazione di corsi di e-learning.
  • Poiché durante il lockdown numerosi educatori non hanno potuto beneficiare del supporto IT, abbiamo esaminato le recensioni degli utenti e definito un nuovo criterio per cui i tool dovevano aver ottenuto almeno 3 stelle su 5 per facilità d’uso e servizio di assistenza ai clienti.
  • Le piattaforme dovevano inoltre offrire una versione gratuita (sotto forma di modello freemium o di versione di prova gratuita) per consentire alle aziende di ridurre i costi e far fronte alla recessione globale causata dalla pandemia.
  • Abbiamo quindi esaminato il numero di ricerche mensili condotte per ciascun tool in base al nome del marchio, per poi selezionare i tool con il volume di ricerche più elevato. Abbiamo così ottenuto i cinque tool descritti nel presente articolo, suddivisi per entrambe le categorie.